mercoledì 19 settembre 2012

La bomba spagnola è innescata! Aumenta il rischio di insolvenza sui mutui

La crisi economica potrebbe riservare ancora una sgradita e quanto mai problematica coda derivante dal sempre crescente rischio di insolvenza legato ai mutui ipotecari erogati da istituti bancari spagnoli. A luglio, toccando quota 169.330 miliardi di euro, la quota dei mutui in sofferenza ha stabilito un ennesimo massimo storico, al 9,86% dei mutui totali. Gli effetti negativi di un'eventuale conferma dei sospetti legati al mancato pagamento delle rate dei mutui posti in essere in Spagna, rischierebbero di aggravare non solo la situazione economica iberica ma dell'intera Eurozona. Mentre la Spagna continua ad accusare l'effetto combinato della crisi dell'area euro e del crollo del mercato immobiliare interno, sul quale le banche spagnole si trovano eccessivamente esposte, i bilanci delle banche iberiche sono a rischio default e vantano un numero considerevolissimo di immobili che non si riescono a vendere. Il quadro della situazione è talmente nero che Madrid non esclude affatto il possibile ricorso al piano anti-spread promosso dalla Bce qualche giorno fa. Si spera in qualche segnale positivo che, per la verità è giunto, anche se timidamente in sede di collocamento dei titoli di Stato a breve scadenza, a 12 e 18 mesi con cui complessivamente Madrid ha raccolto lievemente più del previsto: 4.576 miliardi di euro. Il quadro complessivo della situazione resta assai drammatico e urge un intervento serio a livello centrale per far fronte efficacemente all'emergenza che, altrimenti, qualora si protraesse nel tempo, rischierebbe di contaggiare il resto d'Europa.
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.