mercoledì 26 settembre 2012

La Bba abbandona il ruolo di supervisore nel fixing del tasso Libor

Si aprono nuovi, interessanti scenari nel mercato dei mutui all'indomani dell'annuncio, della British Bankers Association (Bba), di farsi da parte in merito al suo ruolo di supervisore nel fixing del tasso Libor. Questa presa di posizione, doverosa, specie alla luce di quanto è emerso pochi giorni fa in merito ad alcuni dirigenti della Royal Bank of Scotland (Rbs) che, pare, abbiano giocato un ruolo fondamentale nella manipolazione del Libor, è arrivata ieri prima che il team di revisione della Financial Services Authority renda nota la nuova regolamentazione per il Libor. Molti operatori del settore si chiedono, leggittimamente, ora cosa succederà? Non è facile fare delle previsioni in tal senso, ma di certo è necessaria più trasparenza sui mutui. Giorni fa sia l'Eba, (Associazione delle banche europee), che l'Esma, (Authority incaricata di vigilare sulla stabilità dei mercati finanziari), hanno preannunciato che a partire da gennaio proporranno tutta una serie di norme alle quali le banche dovranno attenersi scrupolosamente per la costruzione dei tassi benchmark come Libor ed Euribor. L'obiettivo è garantire una metodologia di calcolo trasparente, sottoposta a verifica e priva di possibili conflitti di interessi che, come si è visto, hanno condizionato pesantemente l'intero settore. Nonostante la portata dello scandalo scoppiato questa estate, a tutt'oggi, l'unica ad avere ammesso le proprie responsabilità è stata Barclays. La sua ammissione di colpa le è costata una multa da 290 milioni di sterline e la testa del presidente e dell'amministratore delegato del gruppo.
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.