lunedì 3 settembre 2012

Gli acquisti di titoli di Stato, fino a tre anni, non costituiscono un finanziamento monetario agli stati

Mario Draghi, Presidente della Bce è stato categorico: "Gli acquisti di titoli di Stato, fino a tre anni, non costituiscono un finanziamento monetario agli stati poiché un finanziamento a due-tre anni ha una vita troppo breve per essere considerato "creazione di moneta", e non sarebbe come mettersi a stampare moneta fresca di sana pianta". Inoltre, "gli acquisti dei titoli di Stato sul mercato secondario da parte della Bce vengono effettuati nella piena osservanza dei trattati internazionali". Draghi ha poi detto la sua anche in merito al cosiddetto fondo salva Stati dichiarando che "la Bce è contraria alla concessione di una licenza bancaria al fondo salva Stati Esm perché avrebbe lo stesso effetto del finanziamento diretto agli Stati". Draghi avrebbe posto in essere questa precisazione dopo aver chiesto un'opinione giuridica ai servizi legali della Bce, che hanno dato parere negativo all'opzione di concedere la licenza bancaria all'Esm a seguito della proposta di alcuni leader nei giorni scorsi. In questo scenario, abbastanza caotico, risalta e fa da contrasto la linea tedesca che, unica al mondo, mantiene ferme le sue posizioni a tutto campo ed in particolar modo sul tema degli eurobond. "Il governo tedesco lavora intensamente perché l'eurozona possa arrivare a una stabilità, e a una maggiore interconnessione". In una fase così difficile, i Paesi deboli dell'eurozona si sono guadagnati la nostra solidarietà e il nostro augurio per il superamento delle loro difficoltà". Lo ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel in un dibattito pubblico organizzato ad Abensberg, in Baviera. La solidarietà è un valore importante di sicuro ma, al momento, quella tedesca, al di là delle dichiarazioni di facciata, appare piuttosto evanescente. In quanto all'augurio per il superamento delle difficoltà, dubitiamo fortemente che possa da solo servire a risolvere la crisi. Tirando le somme si può affermare che è sempre la solita Germania che bada solo a proteggere se stessa con buona pace del resto d'Europa.
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.