venerdì 1 gennaio 2010

Finanziamenti Invitalia per il lavoro autonomo


I finanziamenti Invitalia (già Sviluppo Italia) per il lavoro autonomo (meglio noti come "prestito d'onore"), per chi non lo sapesse, sono dei veri e propri prestiti agevolati che, a fronte di un ammontare tutto sommato contenuto, 25.823 euro iva esclusa, consentono a chi ne fa richiesta, di avviare un'attività imprenditoriale in proprio sotto forma di ditta individuale a tutti coloro i quali siano in possesso dei seguenti requisiti:


  • aver conseguito la maggiore età ed essere disoccupato alla data della presentazione della domanda di finanziamento;
  • essere residente in Italia da almeno sei mesi all'atto della presentazione della domanda di finanziamento.
Una volta ottenuto il finanziamento da parte di Invitalia, il soggetto richiedente avrà l'obbligo di avviare la propria attività imprenditoriale esclusivamente all'interno dei confini nazionali e di mantenerla in vita per almeno cinque anni consecutivi.

I settori commerciali ai quali può essere applicata l'agevolazione sono molteplici: produzione di beni, fornitura di servizi, commercio. Restano escluse da questa particolare forma di finanziamento le ditte che operano nei settori della pesca, dell'acquacoltura e che producono prodotti agricoli in maniera diretta.

I fondi messi a disposizione da Invitalia non possono in nessun caso essere utilizzati per l’acquisto di veicoli per il trasporto di merci su strada da parte di imprese che effettuano trasporto di merci su strada per conto terzi.

I prestiti Invitalia per il lavoro autonomo sono in parte a fondo perduto e le agevolazioni connesse sono di due tipi: a) agevolazioni finanziarie, per gli investimenti e per il primo anno di gestione; b) servizi di sostegno nella fase di realizzazione e di avvio dell’impresa.

I contributi a fondo perduto sono concessi sia per la gestione che per far fronte agli investimenti necessari ad avviare l'impresa secondo questo schema, comprensivo anche dei finanziamenti agevolati:

  • Il finanziamento a tasso agevolato per gli investimenti è pari al 50% del totale delle agevolazioni finanziarie concedibili, e non può superare l'importo di 15.494 euro;

  • Il tasso di interesse applicato al finanziamento Invitalia è pari al 30% del tasso di riferimento vigente alla data di stipula del contratto;
  • Il finanziamento a tasso agevolato Invitalia è rimborsabile in cinque anni, con piano di ammortamento trimestrale comprendente rate costanti posticipate;

  • Il contributo a fondo perduto per gli investimenti è pari alla differenza tra gli investimenti e l'importo del finanziamento a tasso agevolato;

  • Il contributo a fondo perduto per le spese di gestione del primo anno non può, in nessun caso, superare l'ammontare massimo fissato attualmente a 5.164,57 euro.
La domanda per ottenere le agevolazioni descritte in precedenza andrà presentata esclusivamente online dal sito ufficiale di Invitalia.

Una volta terminata la procedura inerente la presentazione della domanda, verrà avviata la prassi legata alla valutazione del progetto e della congruità degli investimenti. In questa fase è previsto anche che il richiedente venga convocato da Invitalia al fine di sostenere un colloquio dal quale emerga la propria competenza in merito al settore economico prescelto nonché la sua attitudine a districarsi all'interno di tutti gli ambiti gestionali dell'attività.

I finanziamenti Invitalia sono erogati in due momenti diversi. L'anticipo, che di norma non può essere superiore al 40% del totale, deve servire per affrontare le prime spese relative, ad esempio, all'acquisto di macchinari, pc, mobili d'ufficio, mentre il saldo verrà erogato in un'unica soluzione solo dopo che tutti gli investimenti saranno stati effettuati, anche in via anticipata, previa presentazione di idonea documentazione fiscale (fatture) che attesti l'avvenuta spesa. Gli investimenti dovranno essere realizzati entro e non oltre 6 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento; entro lo stesso termine dovrà essere presentata anche la richiesta del saldo per le relative spese, pena la revoca del finanziamento concesso. Per quanto riguarda la gestione, è possibile richiedere un anticipo, pari al 40% delle spese previste; il saldo sarà erogato, a seguito della presentazione, da parte del beneficiario, delle fatture quietanzate.

Argomenti correlati

Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.