domenica 12 agosto 2007

Redditometro: l'articolo 38 del DPR 600/73 ne sancisce la retroattività al 2001

L'enorme pressione fiscale a cui gli italiani sono soggetti si arricchisce di un nuovo strumento, il cosiddetto "redditometro" per le famiglie. E' intenzione del Governo verificare se vi siano delle incongruenze tra redditi dichiarati e tenore di vita sostenuto dai componenti di un nucleo familiare. Il redditometro familiare, destinato alle sole persone fisiche, affiancherà quello in vigore dal 1992 che invece punta sui redditi dei singoli contribuenti. Verranno posti sotto controllo soprattutto coloro che possiedono immobili, residenze secondarie, auto di grossa cilindrata, barche o altri beni di lusso e che, per contro, dichiarano redditi molto bassi. La procedura d'accertamento è retroattiva ed ha inizio a partire dal periodo d'imposta 2001. Al fine di favorire il lavoro dell'Agenzia delle Entrate e degli altri organi preposti a svolgere gli accertamenti si è pensato bene di realizzare una banca dati delle "famiglie fiscali". Tecnicamente, in prima battuta, l'accertamento sarà effettuato incrociando i dati inerenti le autovetture con gli incrementi patrimoniali, che sono gli acquisti e i possessi più diffusi. La norma che permette il ricorso a questo strumento è l'articolo 38, comma 4, del DPR 600/73, che prevede disposizioni sulle rettifiche delle dichiarazioni delle persone fisiche. Se dai controlli effettuati dalle autorità preposte si denoterà un differenziale, di un quarto, tra reddito dichiarato e situazione patrimoniale accertata, scatteranno le sanzioni tributarie.
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.