martedì 28 luglio 2009

Citigroup chiude il comparto del credito al consumo in Italia

Appena 11 anni fa, nel 1998 nasceva negli USA Citigroup Inc, un colosso della finanza mondiale che vide la luce attraverso una fusione tra Citicorp e Travelers Group e che, a tutt'oggi, può vantare numeri da primato in ogni parte del globo, grazie ai suoi 300000 impiegati e agli oltre 200 milioni di conti correnti attivi in più di 100 Paesi.

Citigroup è, dunque, almeno in apparenza, una delle realtà più solide e consolidate del mercato finanziario e allora ci si chiede: come mai, in Italia, a breve chiuderà il comparto relativo al credito al consumo?

Questo provvedimento, alquanto drammatico ai fini occupazionali, vedrà la forza lavoro impiegata ridursi del 50%! Da qui alla fine dell'anno, dunque, Citigroup potrà contare su non più di 500 unità a fronte delle oltre 1000 attualmente operative in 65 filiali sparse sul territorio che, ovviamente, verranno tutte chiuse.

Il perché di una scelta tanto dolorosa va ricercato all'interno di logiche di riassetto societario che, basandosi sul calcolo di freddi numeri, quasi mai tengono conto del fattore umano.

La strategia di ridurre il bilancio e disinvestire negli asset "non-core" potrebbe, il condizionale è d'obbligo, concretizzarsi attraverso la cessione del business italiano di private banking alla spagnola Santander scongiurando, di fatto, la chiusura del comparto, pur sempre contemplando un sostanzioso ridimensionamento dell'organico.

Citigroup private banking ha in gestione asset per circa 2 miliardi di euro ed è considerato troppo piccolo per essere competitivo sul mercato. Se la banca non riuscirà, in tempi brevi, a trovare un acquirente, l'unità sarà chiusa per dar modo al colosso statunitense di concentrare i propri sforzi su corporate e investment banking, e transazioni finanziarie globali settori, questi, in cui Citigroup è storicamente molto competitiva.

Nel nostro Paese Citigroup è meglio conosciuta come Citifinancial, primaria società di credito al consumo, che attualmente propone alla clientela, in qualità di intermediario di IBL Banca, quale unica forma di finanziamento, il prestito garantito fino a 100000 euro rimborsabile con rate sullo stipendio o sulla pensione. Questo prestito non finalizzato si configura, a tutti gli effetti, come una cessione del quinto a rata costante per tutto il periodo d'ammortamento.
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.