sabato 14 maggio 2011

Prestiti personali Inpdap

I prestiti personali Inpdap sono destinati a tutti gli iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, istituita presso l'Inpdap stessa, ed hanno, quale finalità ultima, di soddisfare le esigenze di credito più disparate. Si va, infatti, dal finanziamento del trasloco, alle spese per il matrimonio, all'acquisto, ristrutturazione o costruzione della casa, dalla copertura delle spese inerenti i lavori condominiali alle spese di manutenzione ordinaria per la casa di residenza. Le tipologie di prestito alle quali si può ricorrere sono molteplici, ed ognuna di loro ha un'utilità specifica. Si va dai piccoli prestiti annuali, biennali o triennali, che consentono l'erogazione di somme molto contenute, che vanno dall'equivalente di una mensilità di pensione ad un massimo di sei, nel caso della soluzione triennale (e comunque l'importo massimo erogabile non può superare gli 8.000 euro), ai prestiti personali quinquennali o decennali che possono arrivare anche a 50.000 euro di montante. I prestiti pluriennali possono avere una durata di cinque o dieci anni e si possono estinguere, rispettivamente, in 60 o 120 rate mensili pari ad un importo non superiore al quinto degli emolumenti percepiti. Sull’importo lordo dei prestiti pluriennali si applica il tasso di interesse nominale annuo del 3,50%, nonché la ritenuta dello 0,50% per spese di amministrazione e quella relativa al contributo del fondo rischi. Gli importi delle spese di  amministrazione e del contributo per il fondo rischi sono trattenuti all’atto dell’erogazione del prestito.

I dipendenti in attività di servizio possono rinnovare un prestito in corso di ammortamento, attraverso la richiesta di un nuovo prestito, solo dopo due anni di ammortamento di un prestito quinquennale e dopo quattro anni di ammortamento di un prestito decennale; un prestito quinquennale può essere rinnovato prima che siano trascorsi due anni dall’inizio dell’ammortamento nel caso in cui si richieda e ottenga, per la prima volta, un prestito decennale. I pensionati, invece, possono rinnovare un prestito in corso, attraverso la richiesta di un nuovo prestito, a prescindere.

Possono accedere al finanziamento tutti gli iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali che vantino almeno quattro anni di anzianità di servizio utile a conseguire qualunque trattamento di quiescenza, nonché quattro anni di versamento contributivo alla predetta gestione unitaria. Gli iscritti in attività di servizio devono, all’atto della domanda, essere titolari di contratto di lavoro a tempo indeterminato; i titolari di contratto di lavoro a tempo determinato non inferiore a tre anni possono fruire, ai sensi dell’articolo 13 del D.P.R. 5 gennaio 1950, n. 180, di cessioni estinguibili nell’arco di vigenza del contratto.
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.