domenica 28 ottobre 2007

Il nuovo mercato dei mutui e dei prestiti

Si svolgerà a Roma il 29 e 30 ottobre 2007 la VI edizione del convegno dedicato ai mutui e al credito al consumo organizzato congiuntamente da Abi e Assofin, dal titolo "Consumer Credit & Mortgage Day. Il nuovo mercato dei mutui e dei prestiti". Nell'ambito di questo attesissimo appuntamento si parlerà dell'andamento del settore creditizio, la cui crescita sembra più contenuta rispetto al recente passato. In Italia, rispetto ai principali mercati internazionali, il valore delle consistenze procapite, sia del credito al consumo sia dei mutui immobiliari, è notoriamente molto più contenuto e assai lontano rispetto a modelli economico - finanziari quali possono essere gli Stati Uniti d'America o la Gran Bretagna, paesi, questi ultimi, in cui le famiglie ricorrono con maggiore frequenza al credito per far fronte alle spese gravanti sui propri bilanci.Con riferimento all'attività di credito al consumo, le Società associate ad Assofin, hanno erogato nel corso dei primo 8 mesi del 2007, circa 40.222 milioni di euro, l'11,60% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Tale aumento è in linea con il trend in atto da alcuni anni che vede il comparto ancora in crescita ma a ritmi decrescenti, segno di una raggiunta maturità del mercato. Questa analisi, prodotta dall'Osservatorio Assofin sul credito immobiliare, conferma l'andamento più dinamico dei prestiti non finalizzati e dei finanziamenti contro cessione del quinto dello stipendio e lo sviluppo al di sotto della media di settore di tutte le altre forme tecniche, caratterizzate da un grado di maturità più elevato. Nel corso del primo semestre dell'anno si evidenzia un significativo rallentamento della dinamica delle erogazioni di mutui immobiliari a favore delle famiglie consumatrici nel nostro Paese. L'Osservatorio Assofin sui mutui casa, indica una crescita dei flussi finanziati pari al 6,8%, in calo però, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Le principali cause di tale andamento, si legge nell'ultimo bollettino diramato da Assofin, sono da ricercare nella flessione del mercato immobiliare e, più in particolare, alla domanda di unità immobiliari con finalità di investimento ed all'innalzamento dei tassi d'interesse (conseguenza anche delle politiche antinflazionistiche perseguite dalla BCE), mentre non si ritiene abbiano prodotto influenze rilevanti sull'offerta i primi echi provenienti da oltreoceano riguardanti la crisi dei mutui subprime.
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.