martedì 19 giugno 2012

Il preammortamento tecnico nei contratti di mutuo

Nei contratti di mutuo, spesso viene indicato che la prima rata deve essere maggiorata degli interessi maturati al tasso iniziale tra la data di sottoscrizione e quella di inizio del piano di ammortamento. Peccato, però, che la prima rata cominci sempre il mese successivo alla stipula del contratto di mutuo. E in caso di stipulazione del mutuo il 10 giugno, la prima rata parte dal primo luglio e a questa occorre aggiungere gli interessi maturati nei 20 giorni trascorsi dalla stipula del mutuo. Questa operazione è nota come preammortamento tecnico ed è praticata dalla quasi totalità delle banche per far decorrere il mutuo, in genere stipulato in un giorno qualsiasi, dall'inizio del mese. L'istituto che eroga il finanziamento applica al capitale richiesto un tasso di interesse (di norma lo stesso del mutuo) per i giorni che intercorrono fra la data di stipula del mutuo e la fine del mese, e questo comporta un lieve aumento della durata complessiva del mutuo, oltre che naturalmente l'aumento della prima rata da versare, senza però che questa differenza sia rilevata ai fini del calcolo dell'indicatore sintetico di costo (Isc). Non vi sono leggi che regolano l'estensione del periodo di preammortamento tecnico, e ciascuna banca si comporta secondo la propria consuetudine: alcune fanno partire l'ammortamento vero e proprio (durante il quale si abbatte anche il capitale oltre che versare gli interessi) il primo giorno del secondo mese successivo alla stipula, altre addirittura ragionano in termini trimestrali o semestrali (specie se le rate hanno questa cadenza). E' tuttavia necessario che la durata dell'evantuale periodo di preammortamento tecnico sia chiaramente indicata nei fogli informativi che vanno letti. E una volta compreso il meccanismo, è bene cercare di concordare con la banca una data per apporre d'avanti al notaio una firma sul contratto di mutuo più vicina a quella prevista per il pagamento della prima rata: meno giorni di preammortamento tecnico, equivalgono a meno interessi.
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.