domenica 22 aprile 2012

Prestiti per consolidare i debiti esistenti. Le famiglie italiane ne fanno incetta acuendo la crisi

Dover chiedere un prestito per restituire un altro prestito. Una situazione sicuramente non piacevole per una famiglia, che può essere la conseguenza  di comportamenti irresponsabili e imprudenti come l'aver ceduto troppo facilmente e per troppe volte alla tentazione di incoraggianti pagamenti rateali ma in cui purtroppo si può vedere anche uno dei drammatici sintomi della crisi che stiamo attraversando. A trovarsi in una condizione di sostanziale insolvenza sono, infatti, moltissime famiglie italiane. Secondo un'analisi del portale Prestiti.it sono più di 2 milioni gli italiani che nel 2011 hanno chiesto un prestito per onorare altri debiti già sottoscritti. Una pratica che trova risposta in uno strumento ben preciso, il prestito di consolidamento debiti, che però, sempre nello scorso anno, è stato concesso a poco più di 170.000 richiedenti. La pratica del prestito di consolidamento già molto diffusa all'estero ed ormai offerta da molte finanziarie e banche italiane permette di estinguere i singoli debiti contratti nel tempo con più istituti di credito unificando tutte le rate in un unico rimborso mensile e allungando i tempi di restituzione spalmando i pagamenti che possono così alleggerirsi nell'importo mensile. La richiesta media si aggira, in Italia, intorno ai 16.000 euro con tempi di restituzione di 6 anni. Naturalmente la richiesta e la scelta delle modalità di consolidamento vanno fatte con molta attenzione. Con l'allungarsi dei tempi di restituzione si può si abbattere notevolmente la rata ma al tempo stesso cresceranno gli interessi da pagare.
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.