martedì 27 novembre 2012

Il conto deposito Findomestic promette zero vincoli e interessi crescenti

Sul mercato, oggigiorno, vi sono centinaia di conti deposito più o meno convenienti sotto il profilo dei tassi d'interesse riconosciuti ai risparmiatori. In questo contesto, va ad arricchire un'offerta già ampia, il nuovo nato di casa Findomestic, un conto deposito che, nelle intenzioni della famosa società finanziaria operante da decenni nel campo dei prestiti personali e dei mutui, dovrebbe garantire ai propri clienti un rendimento certo condito da una assoluta libertà di versamenti. Questo conto si presenta, in buona sostanza, come una sorta di salvadanaio che può essere alimentato secondo due modalità distinte. La prima prevede versamenti mensili ricorrenti con un importo prefissato (soluzione che ha una soglia minima d'ingresso pari a 1.000 euro e versamenti mensili di minimo 100 euro), mentre la seconda consente ai risparmiatori di accantonare una cifra diversa di volta in volta (in questo caso il versamento è libero ma la soglia d'ingresso è pari a 3.000 euro). Il tasso di interesse annuo riconosciuto è variabile in funzione a dei limiti inerenti le somme depositate e va dall'1,50% lordo (1,20% netto) per giacenze inferiori a 5.000 euro, fino ad arrivare al 2,50% lordo (2% netto) per giacenze superiori ai 20.000 euro. Poniamo il caso che un risparmiatore abbia aperto il conto deposito Findomestic effettuando un deposito di 5.000 euro preferendo la versione che prevede l'effettuazione di versamenti ricorrenti pari a 100 euro al mese. Nel corso del primo anno gli verranno riconosciuti gli interessi della seconda fascia (quella fino a 7.500 euro per intenderci) pari all'1,75% lordo (1,40% netto). Dopo 7 anni, senza mai aver prelevato nulla, ma avendo solo accantonato le somme, continuando a versare 100 euro al mese, gli interessi saliranno al 2,25% lordo (1,80% netto) e il capitale a disposizione sarà pari a 14.538, 54 euro. Questo vuol dire che in 7 anni, a fronte di un versamento iniziale di 5.000 euro, si saranno accumulati altri 8.400 euro di risparmi, per un totale di 13.400 euro su cui saranno maturati 1.138,54 euro di interessi, ovvero circa 162 euro l'anno che però, è bene ricordarlo, non sono netti, in quanto a partire dall’1 gennaio 2013, si pagherà un’imposta di bollo sui conti deposito, sui conti correnti e  sui buoni postali più salata. La tassa passerà, infatti, dallo 0,1% allo 0,15% della somma depositata. Una crescita della tassazione del 50%, partendo da un’imposizione minima annua di 34,20 euro e rimuovendo il tetto massimo di 1.200 euro oggi previsto. Alla luce di tutto ciò diciamo che questo prodotto è discreto. Senza infamia e senza lode svolge il suo ruolo di salvadanaio senza però garantire alcuna copertura, ad esempio, dal punto di vista inflazionistico. VOTO: 5,5

Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.