lunedì 12 novembre 2012

Conviene ancora riscattare la laurea?

Conviene ancora riscattare la laurea? Dipende da quando si è ottenuto il fatidico titolo di dottore. Esiste infatti una data spartiacque: il 1995. Quell'anno è cambiato il metodo di computo della pensione, passando dal sistema retributivo a quello contributivo. "In pratica per quelli rientrati nel precedente regime c'era una maggiore convenienza", spiega Carlo Mazzaferro, docente di Economia del risparmio e dei fondi pensione all'università di Bologna. Se ti sei laureato dopo il 1995, dunque, forse non ne vale la pena. Per il professor Mazzaferro "l'opportunità del riscatto va comunque valutata considerando altre opzioni tra cui quella di aderire a un fondo pensione. E ricordiamoci che il rendimento dei contributi Inps è legato al tasso di crescita dell'economia". Un tempo si sceglieva di riscattare gli anni dell'università per raggiungere prima i requisiti di pensionabilità. Però ora, "essendo state abolite di fatto le pensioni di anzianità (ovvero quelle ottenibili prima del raggiungimento dell'età pensionabile in presenza di determinati requisiti), questo vantaggio cessa", spiega il professore. C'è un altro elemento da considerare: il tempo che è passato dalla discussione della tesi. I contributi sono calcolati in base al reddito che si percepisce, al 33% per il lavoro dipendente e al 24% per quello autonomo. Quindi se decidi che vuoi riscattare la laurea, muoviti in fretta, quando il tuo stipendio è ancora basso.
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.