lunedì 13 febbraio 2012

Le nuove regole per i pagamenti in contanti

A partire dal prossimo 7 marzo entreranno in vigore le nuove norme che regoleranno le transazioni in contanti oltre la soglia dei 1.000 euro. Si tratterà di una rivoluzione totale delle abitudini dei cittadini italiani, con particolare riferimento ai pensionati, che dovranno apprendere l'uso di uno strumento ai più non propriamente familiare come il conto corrente bancario o postale. La parola d'ordine del Governo Monti è tracciabilità dei flussi di denaro e, in quest'ottica va ad inquadrarsi la riduzione della soglia massima utile all'effettuazione delle operazioni in contanti. Dal 7 marzo, dunque, gli stipendi, le pensioni, ma anche i pagamenti effettuati dalle amministrazioni centrali, gli enti locali e gli enti da essi dipendenti dovranno avvenire, per somme pari o superiori a mille euro, con pagamenti telematici. Entro il 31 marzo 2012, inoltre, libretti di deposito bancari o postali al portatore con saldo pari o superiore ai mille euro dovranno essere estinti definitivamente oppure il loro saldo dovrà essere ridotto al di sotto della soglia minima.

Per ciò che attiene i pagamenti, è bene precisare che non vi sarà alcuna limitazione al trasferimento in contanti per importi fino a 999,99 euro. Per trasferimenti più elevati sarà necessario effettuare operazioni dispositive attraverso l'uso di mezzi tracciabili, tipo bonifico, assegno, carta di credito, bancomat. In particolare, per quanto riguarda gli assegni, il limite di mille euro si applicherà al singolo assegno. Assegni diversi utilizzati per la stessa transazione non sono cumulabili per il calcolo dell'importo totale del trasferimento.

Un importante chiarimento in merito alle operazioni bancarie che prevedono il versamento o il prelievo di denaro contante da parte del cliente, dal proprio conto corrrente o verso di esso, inerisce la possibilità di effettuare le suddette operazioni, liberamente, senza l'obbligo di giustificare il motivo dell'operazione, poiché l'intera transazione è avvenuta tramite un intermediario finanziario. Per i prelievi, così come per i versamenti in banca, non esiste un limite, in quanto l'operazione è soggetta di per se agli obblighi di monitoraggio fiscale e antiriciclaggio.
Sul fronte dei contratti, invece, se la suddivisione di un importo pari o superiore a mille euro dipende da contratti già stipulati tra le parti, che prevedono rateazioni o somministrazioni, è ammessa la molteplicità dei trasferimenti. Resta la possibilità di verificare se il divieto è stato violato. L'importo annualmente dovuto a titolo di locazione può essere corrisposto per contanti con cadenza mensile quando previsto dal contratto e a condizione che le somme mensili versate non siano superiori ai mille euro.

L'infrazione alla soglia di utilizzo del contante diventa una spia di illeciti a carattere tributario. Il Decreto salva Italia stabilisce che la violazione dovrà essere comunicata entro 30 giorni, oltre che al Ministero dell'Economia e delle Finanze per la contestazione, anche all'Agenzia delle Entrate, con modalità stabilite da uno specifico provvedimento del direttore. Ricevuta l'informazione, l'amministrazione finanziaria attiverà i controlli fiscali.
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.