venerdì 15 febbraio 2008

Auction rate securities in crisi ad opera dei subprime

Arturo Zampaglione, su "la Repubblica" di stamane, ha posto l'accento sulle auction rate securities, un settore poco noto dell'attività creditizia che sta subendo gli effetti nefasti della crisi internazionale innescata dai mutui subprime americani.

"Questo settore, ha affermato Zampaglione, fa girare qualcosa come 330 miliardi di dollari e rappresenta una fonte di finanziamento essenziale per autorità locali, ospedali, istituti che concedono prestiti agli studenti. In pratica, si tratta di emissioni obbligazionarie di lunga durata ma con tassi determinati da aste settimanali o mensili. Hanno la tripla A delle agenzie di rating e fino a questo momento erano considerati sicuri".

"Le ultime aste delle auction rate securities, sono state disertate dagli investitori facendo lievitare i tassi, - continua Zampaglione - quelli della Port Authority di New York sono passati, in una settimana, dal 4,2% al 20%".

La ragione di un siffatto stato di cose qual'é?

Zampaglione pare non avere dubbi. La ragione va ricercata in una crescente "perdita di fiducia nei Bond insurers, ovvero nelle società che assicurano le emissioni obbligazionarie e che restano in gravi difficoltà a dispetto delle avances di Warren Buffett".

Il "virus" subprime, dunque, si espande e rischia ora di rendere più oneroso l'indebitamento per le aziende municipali e di incidere sui bilanci, già traballanti delle grandi banche.
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.