venerdì 9 marzo 2012

Mutuo cointestato in caso di separazione

In caso di separazione, per ciò che attiene il mutuo cointestato, non muta l'obbligo di entrambi i coniugi nei confronti dell'istituto di credito. E nel caso in cui la coppia abbia dei figli? Secondo quanto afferma l'articolo 155 quater del Codice Civile, in base al quale il godimento della casa familiare è attribuito tenendo prioritariamente conto dell'interesse dei figli, nella regolazione dei rapporti economici tra i genitori, tiene conto dell'assegnazione della casa, sia perché l'assegnatario ne beneficia, sia perché l'altro deve trovarsi una soluzione abitativa alternativa. Il tutto, considerando l'eventuale titolo di proprietà in capo a uno o a entrambi i coniugi. La legge dispone anche che l'assegnazione viene meno se l'assegnatario inizia una convivenza con un'altra persona o se contrae un nuovo matrimonio; tuttavia, la giurisprudenza ha temperato l'automatismo previsto dalla legge, prevedendo che il giudice può comunque confermare l'assegnazione, ove ritenga che sia nell'interesse dei figli. Il diritto di assegnazione non incide sul titolo di proprietà. Pertanto i coniugi restano comproprietari dell'immobile e nulla impedisce che uno di essi chieda la divisione giudiziale del bene. Non incidendo sui rapporti giuridici collaterali, l'assegnazione, non determina alcunché in caso di mutuo. Quindi i coniugi, in caso di separazione pur avendo figli, sono obbligati a pagare le rate del mutuo alla banca parimenti, fermo restando che il giudice dovrà tenere conto anche di tale onere nella determinazione delle condizioni economiche della separazione. A ben vedere, dunque, il mutuo rimane cointestato in ogni circostanza.
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.