venerdì 28 gennaio 2011

I mutui condizionano pesantemente l'economia familiare

I mutui condizionano pesantemente l'economia familiare. Non è una novità, si direbbe, eppure, il quadro della situazione appare appesantito da proposte e offerte di prodotti appositamente studiati dalle banche al fine di garantire il proprio sistema economico a discapito dei consumatori. Il fatto stesso che, a tutt'oggi, gli istituti di credito non concedano più mutui a copertura totale dell'investimento ma, neanche si avvicinino a sfiorare l'80% del valore dell'immobile, la dice lunga sulla loro volontà di salvaguardare i propri interessi sacrificando, anche se in parte, una fetta di mercato.

Da un'attenta analisi condotta dal settimanale "Plus 24" emerge con forza questo dato. Vito Lops ha fatto l'esempio di un mutuo richiesto per acquistare un'unità immobiliare di circa 70 metri quadrati ad un prezzo complessivo di circa 250.000 euro. Per finanziare il 60% della somma necessaria all'acquisto dell'appartamento (150.000 euro) si dovrebbero pagare, se si sceglie un mutuo a tasso variabile, rate proibitive che vanno dai 1.383 euro a 10 anni, ai 968 euro a 15 anni, fino a 763 euro per la soluzione ventennale. La proposta a tasso fisso è anche meno conveniente, com'è ovvio. Il miglior fisso a 10 anni comporta una rata di 1.500 euro, che scendono a 1.124 euro a 15 anni e a 968 euro a 20 anni.

I dati raccolti da Vito Lops e fornitigli dagli istituti di credito appositamente interpellati, rivelano con ampia evidenza una forbice di circa 2,5/3 punti percentuali tra le offerte a tasso variabile e quelle a tasso fisso. Che Banca! Ad esempio, propone un muto a tasso variabile ventennale al 2,12% (con Cap fissato al 2,60%) ed un fisso al 4,93%. Ing Direct offre un variabile al 2,14% senza Cap ed un fisso al 5% netto mentre, la soluzione più cara, facendo riferimento ovviamente all'esempio in esame, ovvero l'erogazione di un mutuo di importo pari a 150.000 euro, si è rivelata essere la proposta di Banca Monte Paschi di Siena, con un variabile che parte dal 3,04% (con Cap fissato al 3,66%) ed un fisso al 6,04%.
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.