lunedì 15 settembre 2008

Ridurre lo spread contraendo un mutuo sostenibile si può!

Oltre alla boccata d'ossigeno che proviene dall'accordo Abi-Governo sulla rinegoziabilità dei tassi legati ai mutui a tasso variabile, riconducendoli sui valori del 2006, esistono altri modi per ridurre il peso della rata.

Abbiamo, in precedenza, già parlato della riduzione unilaterale della rata (pari allo 0,64% mensile) applicata da Banca Mediolanum in favore di tutti i vecchi clienti, possibilità, questa, che può aggiungersi al cosiddetto "Decreto Tremonti", in maniera del tutto facoltativa, al fine di sommarne gli effetti.

Quest'oggi, invece, vogliamo porre l'accento sui cosiddetti mutui sostenibili (altrimenti detti "mutui ecologici"). Questa tipologia di mutui è riservata alle imprese che costruiscono in edilizia sostenibile e, ovviamente, alla loro clientela.

Oltre a garantirsi un risparmio che, in media, viene stimato sui 4.000 euro, per ciò che attiene ipoteche, perizie e spese di istruttoria, il cliente che acquista un immobile "ecologico" si fa carico del mutuo nella fase finale, senza alcun onere aggiuntivo e con in aggiunta una riduzione dello spread che va dallo 0,20% fino allo 0,30%. Ad esempio, su un prodotto di 10 anni l'indice di riferimento sarà pari allo 0,90-1% massimo a fronte dell'1,20% che pagherebbe normalmente.

Investire in un immobile ecologico sembra, a conti fatti, un buon affare: si paga in partenza, almeno il 10-15% in più, secondo una stima fatta da Banca Intesa Mediocredito in collaborazione con Aedifica Bioedilizia, ma dopo 4-5 anni, calcolando anche i costi di gestione, inferiori del 40%-50%, si ha un saldo decisamente in attivo.
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.