venerdì 5 febbraio 2010

Micro-credito Kiva: prestiti che cambiano la vita!

Kiva (Kiva.org) permette agli utenti di erogare micro-prestiti a imprenditori nei paesi in via di sviluppo. Chi vuole avviare un'impresa, contatta un Imf (Istituzione di micro finanza come, ad esempio, Prisma, Credit, Sem, Uimcec e Redc) che fa da intermediario tra lui e Kiva. L'aspirante imprenditore si fotografa, scrive qualcosa su di sé (preferibilmente in inglese) e della sua impresa, poi l'Imf carica il suo profilo sul sito. Se l'imprenditore ha scritto in una lingua diversa dall'inglese, si occuperà della traduzione del testo uno delle centinaia di volontari sparsi in tutto il mondo.

Il creditore (ovvero colui che materialmente presterà i soldi) iscritto a Kiva legge il progetto dell'aspirante imprenditore sulla home page e decide se finanziarlo, partendo da un'erogazione minima di 25 dollari. Il rimborso del prestito avviene tra i tre e i sei mesi tramite l'Imf coinvolta e per mano dell'imprenditore.

In sostanza, dunque, Kiva.org si occupa di destinare i prestiti alle varie istituzioni di micro-credito e di restituirli ai suoi iscritti.

Il meccanismo alla base di Kiva, che potremmo definire alla stregua di una vera e propria forma di social lending, prevede che il finanziamento dell'attività imprenditoriale non avvenga direttamente ma si avvalga dell'intermediazione di un'istituzione di micro-finanza che, una volta ricevuti i soldi, si preoccupa di farli arrivare all'imprenditore. Successivamente l'Imf si incaricherà di far restituire i soldi all'imprenditore e, con questi ripagherà Kiva e i prestatori. A ben vedere, dunque, l'Imf non agisce solo da intermediario per fare arrivare il prestito di Kiva, perché il prestito che viene fatto a Kiva ripaga, di fatto, un prestito che era gia stato erogato dall'Imf.

Kiva ha aperto le porte della speranza in un futuro migliore e dignitoso a migliaia di persone escluse dai tradizionali circuiti creditizi perché considerati clienti ad alto rischio, non solo sul fronte della solvibilità ma, anche e soprattutto, a causa dell'instabilità finanziaria dei Paesi in cui vivono e operano, delle fluttuazioni del tasso di cambio, della posizione geografica e, in ultima analisi, dei rischi connessi all'avvio di una start-up.

A differenza delle normali piattaforme di social lending, Kiva fa si che i finanziamenti, erogati tramite il proprio sito, siano di natura filantropica e, per questo, non è previsto un guadagno dal rientro delle somme prestate. Pertanto, se vi avvicinate a Kiva sperando di prestare denaro per ottenere un tasso d'interesse predefinito, come se fosse un vero e proprio strumento finanziario, sbagliate di grosso. Kiva ha un solo obiettivo: ridurre la povertà, fornendo a prezzi accessibili capitale circolante agli imprenditori a basso reddito.
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.