sabato 9 agosto 2008

Multate 23 banche per pratiche commerciali scorrette!

In una prima fase, come dicevamo in un precedente post datato 15 maggio 2008, l'Antitrust aprì un'istruttoria su 10 banche al fine di indagare su presunte irregolarità legate alla surroga del mutuo.

Quest'oggi, a distanza di poco meno di 3 mesi, quella stessa istruttoria ha dato i suoi frutti e, alle 10 banche indagate inizialmente se ne sono aggiunte altre 13, per un totale di 23.

Tutti questi istituti di credito sono stati condannati con la motivazione di aver effettuato pratiche commerciali scorrette impedendo o rendendo eccessivamente onerosa, per i consumatori già titolari di un mutuo, la surrogazione dello stesso.

Da un'indagine condotta da Altroconsumo è emersa la mancata attuazione della portabilità gratuita dei mutui da parte del 95% degli operatori bancari che, al contrario, offrivano la soluzione più onerosa della sostituzione del mutuo o la surrogazione ma sempre con oneri a carico dei consumatori.

Alla luce della maxi multa comminata dall'Antitrust agli istituti di credito che si sono resi protagonisti di questo atteggiamento quantomai discutibile, chi è stato costretto a pagare le spese richieste dalla banca, per trasferire il mutuo con la surrogazione, ha diritto a chiederne il rimborso.

Di seguito pubblichiamo l'elenco delle banche che dovranno adempiere al pagamento delle sanzioni comminate dall'Antitrust coni relativi importi:

BANCA SELLA 300.000
BANCA CARIGE 420.000
BANCA ANTONVENETA 460.000
DEUTSCHE BANK 500.000
UNICREDIT BANCA 500.000
UNICREDIT BANCA DI ROMA 500.000
BANCO DI SICILIA 450.000
BIPOP CARIRE 420.000 BNL 450.000
MONTE PASCHI SIENA 350.000
INTESA SANPAOLO 480.000
BANCA POPOLARE BERGAMO 450.000
BANCO DI BRESCIA 450.000
BANCA REGIONALE EUROPEA 450.000
BANCA POPOLARE COMMERCIO E INDUSTRIA 450.000
CREDITO EMILIANO 420.000
BANCA POPOLARE VICENZA 440.000
BANCA NUOVA 440.000
CREDITO ARTIGIANO 250.000
BANCA POPOLARE MILANO 420.000
BANCA POPOLARE SONDRIO 410.000
BANCA POPOLARE VERONA-SAN GEMINIANO E SAN PROSPERO 320.000
BANCA POPOLARE LODI 350.000

In conclusione si può affermare che, per la prima volta, in Italia, si è fatto qualcosa di concreto a favore dei consumatori vessati dalle banche. Questo vale un plauso all'Antitrust ed alle associazioni dei consumatori che si sono battute per questa causa. La rapidità con la quale il tutto è stato portato a compimento è un segnale di efficienza al quale, sinceramente, non eravamo abituati, vista la farraginosità della macchina burocratica italiana.
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.