martedì 19 ottobre 2010

Le spese di perizia

La perizia tecnica di valutazione di un immobile è una spesa aggiuntiva che nel 99% dei casi ci si trova a dover sostenere al momento di contrarre un mutuo ipotecario. Se la banca ritiene che la casa che state per acquistare valga meno di quanto vi siete impegnati a pagare (con il contratto preliminare, il cosiddetto compromesso) non vi finanzierà per la somma che avete previsto, ma per quella che ritiene congrua in base alla perizia.

Dunque, in caso di vostre errate valutazioni, correte il rischio di dover finanziare voi la differenza (che può essere anche alta) tra la somma che vi siete impegnati a pagare e il mutuo che la banca vi erogherà. Per evitare che ciò accada, occorre che, prima di avanzare un'offerta impegnativa di acquisto, verifichiate le quotazioni immobiliari del tipo di casa che avete scelto e vi accertiate che siano in linea con i valori di mercato. Come? Si può accedere ai servizi gratuiti sul sito internet dell'Agenzia del territorio (l'ex Catasto). Questo ente mette a disposizione i valori immobiliari di qualsiasi tipo di edificio rilevati dalle compravendite dichiarate al Fisco: per ogni Comune e per ogni zona sono disponibili i valori minimi, medi e massimi al metro quadrato, distinti per tipo di immobile e per caratteristiche qualitative.

Evitate di tentare di farvi amico il perito che stenderà la stima sul valore della casa, per aumentarne la valutazione e allinearla con la somma che vi siete impegnati a pagare, o peggio, aumentarla oltre il valore di mercato. Questo favore illegale vi costerebbe caro: per ogni euro che la banca vi presterà pagherete interessi per molti anni. Prima di qualsiasi proposta impegnativa al venditore, potete fare effettuare stime da professionisti di vostra scelta. Pagherete qualche centinaio di euro in più, oltre alle spese di perizia richieste dalla banca (dai 100 ai 500 euro, anche se alcune banche offrono perizie gratuite), ma eviterete bidoni e amare sorprese.
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.