sabato 7 febbraio 2009

Le banche chiudono i rubinetti? Gli analisti dicono di no!

Nell’area euro, il 2008 si è chiuso con un settore del credito sempre più imbrigliato, tra il permanere di una situazione di elevato inasprimento sulle condizioni di accesso ai prestiti per le imprese, mentre si è aggravato ulteriormente il quadro per le famiglie, sia per ottenere mutui sull’acquisto di casa, sia sul credito al consumo. Tuttavia, dopo mesi e mesi di peggioramenti, ora per la prima volta si prevede che con l’inizio del nuovo anno la situazione inizi a migliorare.

Questo è il risultato dell'indagine trimestrale condotta dalla BCE. In questa particolare indagine, la Bce fornisce stime sulla percentuale di banche e istituti di credito che le riferiscono di inasprimenti sulle condizioni che praticano nella concessione di prestiti, a fronte di quelle che,
all’apposto, riportano alleviamenti.

I risultati vengono inoltre suddivisi per 3 grandi settori del mercato: il credito alle imprese, i mutui alle famiglie, finalizzati all’acquisto di immobili e, infine, prestiti al consumo e di altre tipologie sempre erogati alle famiglie.

Per ciò che attiene gli ultimi tre mesi dello scorso anno, la quota di banche che ha riferito di inasprimenti sui criteri per la concessione di mutui per l’acquisto della casa alle famiglie è salita al 41% contro il 36% del trimestre precedente.

Fra i primi fattori a determinare le strette sono state nuovamente le attese in merito all’attività economica in generale e le prospettive del mercato immobiliare. Inoltre, come nei tre mesi precedenti, non vi è stato alcun effetto attenuante sulla stretta dalla competizione tra banche, la cui incidenza è risultata del tutto nulla.
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.