giovedì 13 settembre 2007

Come scegliere il mutuo piu' adatto alle proprie esigenze

GUIDA PRATICA ALLA SCELTA DEL MUTUO

Al momento dell'acquisto e, più in generale, tra il compromesso di vendita e l'atto di vendita vero e proprio, è necessario attivarsi al fine di cercare la soluzione finanziaria più consona alle proprie esigenze di credito. Innanzitutto, bisogna sempre diffidare di quegli operatori del settore finanziario che millantano offerte da mille e una notte, tassi bassissimi riferiti al TAN, (guardandosi bene dal dichiarare a quanto ammonta realmente l'ISC, ovvero la voce più importante e determinante che gioca un ruolo fondamentale nel determinare il costo effettivo del finanziamento). Una banca, o una società finanziaria, deve innanzitutto verificare la vostra reale situazione finanziaria al fine di offrirvi un prodotto idoneo alle vostra capacità economiche. Ciò affinchè vi si evitino situazioni incresciose di sovra indebitamento familiare. In linea di massima, come si evince dalle analisi da noi svolte su diverse decine di mutui, non esiste, in senso assoluto, il "mutuo migliore". Esiste, piuttosto, il mutuo più adatto in relazione alla situazione economica ed alla predisposizione al rischio che è insita nel cliente. Internet, in tal senso, gioca un ruolo fondamentale e ricopre una veste insostituibile. Consente, infatti, di paragonare i prodotti finanziari di molteplici banche o finanziarie e addirittura di fare richieste di mutuo online, in pochi minuti e stando comodamente a casa. La scelta tra i diversi tipi di tasso, (fisso, variabile o misto), dipende molto, come dicevamo, dalla predisposizione al rischio che uno ha e dal ciclo economico che si sta vivendo. In questo momento, essendo la forbice tra il tasso fisso e il variabile, molto ridotta, consigliamo di contrarre mutui a tasso fisso, ma ciò non vuol dire che, se da qui a qualche mese, la situazione dovesse tornare tranquilla sui mercati internazionali, potrebbe nuovamente essere conveniente accendere un mutuo a tasso variabile o misto.

Più in particolare, diciamo che un mutuo a tasso fisso è consigliabile a chi vuole conoscere gli importi delle rate per tutta la durata del mutuo e, al contempo, desidera conoscere l'ammontare complessivo del debito contratto riparandosi da qualsivoglia impennata inflazionistica.

Il tasso variabile è una soluzione adatta a chi ha una buona propensione al rischio e conosce almeno un pochino l'andamento dei mercati e i cicli economici in senso generale. Infatti, un mutuo a tasso variabile è conveniente se si prevede un calo dell'inflazione e, quindi anche del costo del denaro, nel lungo periodo. Però, se si dovessero discostare di molto, le previsioni fatte, tenendo in debita considerazione le migliaia di variabili che possono giocare un ruolo fondamentale a livello macroeconomico, i danni potrebbero essere elevati (vedi crisi dei mutui subprime americani e le relative ripercussioni a livello mondiale). Un buon paracadute, in tal senso potrebbe essere il cosiddetto tasso "capped" che è flessibile come il tasso variabile ma è meno rischioso. Si avvicina un pò al tasso fisso ma costa di meno.

Il tasso bilanciato, invece, è uno strumento adatto a persone che hanno una certa conoscenza delle dinamiche dei tassi d'interesse e vogliono personalizzare il tasso del mutuo sulla base delle proprie preferenze. Il tasso bilanciato, come dice la parola stessa, si pone in uno stato di equilibrio fra il tasso fisso ed il tasso variabile.

Attenzione, poi, alle offerte promozionali fatte da alcune banche. Indipendentemente dal tipo di tasso scelto, offrono di solito, degli interessi "promozionali" molto bassi per un periodo iniziale, con lo scopo di attrarre più clienti possibili. Il tasso applicato in questo lasso di tempo, (in genere 3 o 6 mesi, in alcuni rari casi, vedi Mutuo Easy 5 di Banca Antonveneta 5 anni), fa si che si paghino rate bassissime, salvo poi, aumentare di colpo alla scadenza del periodo promozionale. (Fine prima parte)
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.