mercoledì 25 marzo 2009

Il ravvedimento operoso riduce le sanzioni anche per violazioni precedenti al decreto anticrisi

L'istituto del "ravvedimento operoso" (articolo 14 della Legge 29 dicembre 1990, n. 408 e in seguito articolo 13 del Decreto Legislativo 18 dicembre 1997, n.472) è uno strumento che consente al contribuente di poter regolarizzare le violazioni e le eventuali omissioni a carattere tributario usufruendo di forti sconti.

Vediamo un pò più nel dettaglio quali sono le riduzioni di cui gode un contribuente che decide di ricorrere al ravvedimento operoso.

Come previsto dal decreto anticrisi (Decreto Legge n. 185 del 2008) se il contribuente provvede a regolarizzare un omesso o carente versamento entro 30 giorni dal termine previsto, le sanzioni si riducono a 1/12 del minimo.

Se la regolarizzazione delle violazioni formali e di quelle sostanziali viene effettuata entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno nel corso del quale è stata commessa la violazione, la sanzione si riduce ad 1/10 del minimo.

Se il ravvedimento riguarda invece l’omessa presentazione della dichiarazione, la sanzione si riduce ad 1/12.

Come chiarito nella circolare n. 10 dell’Agenzia delle Entrate le nuove riduzioni delle sanzioni trovano applicazione dalle regolarizzazioni effettuate dal 29 novembre 2008 data di entrata in vigore del decreto. Ne consegue che le nuove sanzioni ridotte si applicano anche alle violazioni commesse precedentemente all’entrata in vigore del decreto anticrisi.
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.