martedì 31 gennaio 2012

Cos'è la dichiarazione di sussistenza del credito?

Cos'è la dichiarazione di sussistenza del credito?

E' una dichiarazione relativa ad un contratto di mutuo in essere, rilasciato dalla banca, che deve essere presentata all'Agenzia delle Entrate come allegato alla dichiarazione di successione dagli eredi di un deceduto, insieme a copia dell'atto di concessione del mutuo. Gli altri allegati sono il certificato di morte (o autocertificazione); il certificato dello stato di famiglia del defunto (o autocertificazione); il certificato dello stato di famiglia degli eredi (o autocertificazione); gli estratti catastali aggiornati (in alternativa: copia della scheda d'iscrizione o di variazione presentata all'Agenzia del Territorio recante gli estremi di protocollazione); copia (recante gli estremi di protocollazione) dell'eventuale richiesta di rendita di immobili presentata all'Agenzia del Territorio; prospetto di autoliquidazione dell'imposta principale, se dovuta; quietanza di pagamento imposta principale autoliquidata, se dovuta; eventuale richiesta agevolazione prima casa (in duplice copia); in caso di devoluzione testamentaria devono essere allegati alla dichiarazione di successione: originale o copia autenticata del testamento; copia autentica del verbale di inventario di eredità o di corrispondenza catastale, se necessario per l'esatta attribuzione della devoluzione; in presenza di rinuncia o revoca di rinuncia alla successione, questa va annotata e occorre comunicare gli estremi di registrazione dell'atto o verbale di rinuncia o revoca di rinuncia all'eredità. Alla dichiarazione di successione vanno allegate le fotocopie delle pagine compilate per ogni voltura catastale e la fotocopia delle pagine compilate per ogni banca/ente, nel caso siano richieste. La commissione per il rilascio della Dichiarazione di sussistenza del credito, espressa in euro, è una delle spese per la gestione del rapporto di mutuo che devono essere indicate obbligatoriamente dal Foglio informativo.

lunedì 30 gennaio 2012

Lettera di assenzo per cancellazione, riduzione o restrizione dell'ipoteca

Cos'è la Lettera di assenzo per cancellazione, riduzione o restrizione dell'ipoteca?

Chi sta acquistando un immobile sul quale è accesa un'ipoteca non può fidarsi di una futura, eventuale cancellazione volontaria o d'ufficio (caso, questo, se ricorrono gli estremi per rendere operative le previsioni del decreto legge "Bersani Bis", 31 gennaio 2007, numero 7, convertito con modifiche dalla legge 2 aprile 2007, numero 40, articolo 13, commi da 8 sexies a 8 quaterdecies), ma deve sempre chiedere che l'ipoteca sia cancellata prima dell'acquisto e che si arrivi al momento del rogito oppure che venga sottoscritto contestualmente al rogito, da parte della banca, finanziaria o ente previdenziale (nei casi di mutui accesi da parte di iscritti) a favore della quale è stata accesa l'ipoteca, un atto formale di assenzo alla cancellazione di ipoteca stessa. Stesso vale per la riduzione o restrizione dell'ipoteca. Le spese a favore della banca per la Lettera di assenso per cancellazione, riduzione o restrizione dell'ipoteca appartengono alla categoria delle spese per la gestione del rapporto di mutuo e il loro importo, espresso in euro, dev'essere indicato obbligatoriamente nel Foglio informativo. Alcune banche non le richiedono.

domenica 22 gennaio 2012

Niente più esclusiva per le polizze sui mutui bancari

Niente più esclusiva per le polizze sui mutui bancari. Questo è quanto è stato deciso dal Governo Monti pochi giorni fa. Ritenendo ingiusto il fatto che la banca potesse, obbligatoriamente, abbinare al mutuo prodotti assicurativi del medesimo soggetto finanziario/assicurativo, ha varato una norma che cerca di modificare una prassi ormai consolidata da tempo e che, in verità, non lasciava un ampio margine di scelta ai clienti. Con la nuova legge si stabilisce in maniera esplicita che banche e intermediari, se decidono di utilizzare una formula contrattuale che condiziona l'erogazione del mutuo alla stipula di un contratto di assicurazione, sono tenuti a sottoporre al cliente almeno due preventivi di due differenti gruppi assicurativi. Il mercato delle polizze assicurative abbinate al mutuo casa è imponente. Si tratta di un ammontare complessivo superiore ai 2,5 miliardi di euro l'anno. Grazie a questa norma, adesso non solo si stabilisce che quando una banca cerca  di appioppare per forza al proprio cliente l'assicurazione prodotta dalla casa compie una pratica commerciale scorretta, ma si impone un percorso in grado di offrire al cliente il confronto e la scelta fra due diversi preventivi assicurativi.

martedì 17 gennaio 2012

Covenant commerciali Bper

Covenant Commerciali Bper prevede l'introduzione di un sistema differenziato di pricing che consente di premiare le aziende, beneficiarie di finanziamenti a medio-lungo termine attraverso una riduzione dello spread al verificarsi di un livello concordato di movimentazione del rapporto (ad esempio, stipendi, pagamento tasse, Ri.Ba.). Il livello di movimentazione è stabilito a priori e sottoposto a periodiche verifiche automatiche. Nel caso in cui l'appoggio della movimentazione sia inferiore al livello stabilito, le condizioni del finanziamento applicate vengono proporzionalmente aumentate. Il processo rappresenta un tangibile interesse della banca a sviluppare rapporti di partnership con la propria clientela, in quanto premia i comportamenti virtuosi, migliora la trasparenza della relazione e fidelizza i clienti migliori.

domenica 15 gennaio 2012

Terramica MPS a sostegno del settore agroalimentare

Terramica è un pacchetto integrato di prodotti e servizi destinato al settore agroalimentare, volto a soddisfare e stimolare le esigenze di investimento, non solo nei comparti tradizionali ma anche in quelli più innovativi e sostenibili per l'ambiente, tramite una serie di linee di credito dedicate. Le misure, elaborate nel rispetto delle linee guida degli Enti Territoriali e in risposta ad iniziative emanate dal Governo a livello nazionale, hanno la finalità di fornire alle aziende un sostegno economico e strategico. Le misure finanziarie proposte sono principalmente finalizzate a sostenere la gestione delle coltivazioni, il rinnovo del parco macchine e attrezzature, l'allevamento, la patrimonializzazione/aggregazione cooperativistica, le energie rinnovabili e comparti cereagricolo, vitivinicolo, olivicolo e agrituristico.

venerdì 13 gennaio 2012

Nuovo sistema di Sicurezza web Postepay a partire dal primo febbraio 2012

L'anno nuovo come sempre ci riserva delle sorprese su vari fronti. In questo caso si tratta di una novità volta a migliorare la sicurezza delle operazioni dispositive inerenti l'uso della più famosa e diffusa carta ricaricabile esistente sul mercato, ovvero la carta Postepay. Poste Italiane, a tal fine, ha ideato un innovativo servizio denominato "Sicurezza Web Postepay" attraverso il quale sarà possibile operare online, sui siti delle Poste, in tutta sicurezza poiché la carta sarà associata al proprio numero di telefonia mobile. Il nuovo sistema prevede per l’autorizzazione delle operazioni di pagamento (ricariche Postepay, ricariche telefoniche, pagamento bollettini) effettuate con la Postepay sui siti di Poste Italiane, l’utilizzo di due strumenti:

1. la carta Postepay;
2. il telefono cellulare "associato alla carta", sul quale verrà inviata via SMS la password dispositiva usa e getta denominata OTP (One Time Password), appositamente generata per ogni operazione di pagamento.

Questo nuovo sistema che, è bene ricordarlo, diventerà obbligatorio a partire dal primo febbraio 2012 e che, senza il quale non si potrà più effettuare nessuna operazione dispositiva sui siti di Pote Italiane, sarà attivo ed applicabile per le ricariche telefoniche, per le ricariche Postepay e per il pagamento dei bollettini. Per i titolari di più carte Postepay il processo di abilitazione va effettuato per ciascuna carta Postepay posseduta con la quale si voglia effettuare operazioni dispositive sui siti di Poste Italiane.

Come tutte le novità, soprattutto in campo finanziario, ci si dovrà prendere la mano anche se il funzionamento del nuovo sistema di sicurezza non è particolarmente complesso. Questo sistema di sicurezza, infatti, prevede che ogni volta in cui si compie un’operazione dispositiva di ricarica Postepay, ricarica cellulare, pagamento bollettino, con addebito su una carta Postepay verrà verificata la validità della carta e l’avvenuta abilitazione al nuovo sistema e, in caso di verifica positiva, verrà richiesto l’inserimento della password usa e getta inviata via SMS sul numero di cellulare precedentemente associato alla carta Postepay su cui sarà addebitato l’importo previsto per l’operazione.

mercoledì 11 gennaio 2012

Banca Reale aprirà nuovi spazi bancari nelle proprie agenzie

Il progetto di apertura degli spazi bancari nelle proprie agenzie assicurative varato dal gruppo Reale Mutua va avanti. Dopo l'esperimento pilota presso l'agenzia di Torino Cavour, avviato nel 2010, è in programma l'apertura di altri sette nuovi spazi di Banca Reale, l'istituto bancario del gruppo, presso le agenzie Reale mutua di Cervignano, Cuorgnè, Orbassano, Pontedera, Rivoli, San Benedetto del Tronto e Sassari. Lo scopo è quello di fornire ai propri assicurati, una consulenza professionale in materia sia assicurativa, sia finanziaria, oltre alla possibilità di svolgere le principali operazioni bancarie. Gli spazi Banca Reale sono aree polifunzionali, allestite all'interno di alcune agenzie, che mettono a disposizione una postazione web per operare sui conti correnti e un Atm di ultima generazione per prelievi, versamenti, pagamenti e incasso assegni. Inoltre, personale specializzato fornisce consulenza a chi è alla ricerca di un  mutuo, di un finanziamento o necessita di essere consigliato per la gestione dei propri investimenti mobiliari.

martedì 10 gennaio 2012

Sono arrivati i prestiti Findomestic zero spese

Visti i tempi di crisi che attanagliano l'intera economia mondiale è giusto, anzi doveroso, venire incontro alle esigenze della clientela per riuscire anche a mantenersi competitivi sul mercato. A tal fine, Findomestic Banca, ha deciso di proporre una soluzione "ligth"  che prevede l'azzeramento di tutte le spese accessorie, in merito ai prestiti personali. Non saranno, quindi, inclusi nel computo finale le spese inerenti l'imposta di bollo o sostitutiva, le spese d'istruttoria della pratica, le spese per le comunicazioni periodiche da inviare alla clientela e le spese di incasso e gestione rata. Tutte queste voci di costo saranno, dunque, pari a zero, consentendo al richiedente, di ottenere un certo risparmio. Al netto delle spese, che come detto, sono nulle, un prestito personale di 5.000 euro, da rimborsare in 70 rate mensili, verrà a costare 95 euro al mese con un Taeg del 10,66% e un Tan del 10,17%. Questo vuol dire che il prestito personale erogato dalla Findomestic verrà a costare, complessivamente, 6.650 euro, ovvero, il cliente dovrà pagare 1.650 euro di interessi in poco meno di 6 anni, il che vuol dire 23,58 euro al mese. Per importi superiori, ad esempio, 13.000 euro, il prestito personale Findomestic verrà a costare 206 euro al mese per 84 mesi, con un Taeg dell'8,85% e un Tan dell'8,51%. Come nel caso precedentemente esaminato, il cliente dovrà rimborsare in totale 17.304 euro, ovvero 4.304 euro di interessi, che corrispondono a 51,24 euro al mese. E' bene dire che, gli esempi sopra citati, non sono comprensivi di eventuali premi assicurativi. Attualmente, è bene dirlo, Findomestic Banca propone prestiti personali che risultano essere tra i più competitivi e convenienti del mercato, com'è facile verificare anche attraverso la consultazione di un nostro precedente articolo dal titolo "Rataweb, Findomestic e Credi Agile Santander leader del credito al consumo". Anzi, richiedere un prestito personale via internet è ancora più conveniente rispetto ad una richiesta di finanziamento evasa direttamente presso una sede fisica della società finanziaria. VOTO: 7

lunedì 9 gennaio 2012

Credito partner facility di Banco Popolare

Credito Partner Facility è la linea di credito a breve o medio termine, a tasso variabile, caratterizzata da uno spread regolato dal raggiungimento di determinati flussi commerciali, contrattualmente predeterminati. Il cliente può scegliere tra "Covenant Economici", impegni contrattuali finalizzati a garantire la canalizzazione di un volume minimo di flussi di portafoglio, il cui mancato rispetto comporta l'aumento dello spread per il trimestre successivo, e "Obiettivi Premianti", valori di flussi commerciali predeterminati finalizzati ad abbassare il livello dello spread per il trimestre successivo, nel caso in cui il cliente raggiunga il livello prefissato nel trimestre in corso. Credito Partner Facility offre, inoltre, la possibilità di rateizzare il rimborso dell'esposizione.

venerdì 6 gennaio 2012

Start up initiative di Intesa Sanpaolo

Questo blog solitamente si occupa di mutui, prestiti e finanziamenti di ogni tipo, siano essi diretti ai privati o alle imprese. Questo post invece, vuol portare a conoscenza dell'opinione pubblica un servizio di Corporate Banking, promosso da Banca Intesa Sanpaolo, denominato Start Up Initiative, che potrebbe tornare utile a tutti coloro i quali vogliano avviare un'impresa usufruendo di un supporto concreto. Start Up Initiative è un programma che Intesa Sanpaolo ha sviluppato con l'obiettivo di fornire un concreto supporto alle imprese innovative facilitando l'incontro tra domanda e offerta, al fine di migliorare la competitività del sistema Paese. Sulla base del modello californiano, la banca segue le start up sin dai loro esordi e le accompagna sino all'incontro con gli investitori, che si tiene durante un evento chiamato "Arena Meeting". Periodicamente, infatti, Intesa Sanpaolo raccoglie la domanda di partecipazione delle start up (in media 150) e, attraverso un rigoroso processo, seleziona quelle da iniziare al percorso di formazione che prevede alcuni giorni con i business angel. Una commissione composta di esperti, di finanziatori e di rappresentanti del mondo industriale seleziona le start up pronte per incontrare gli investitori durante l'Arena Meeting dove Intesa Sanpaolo raccoglie le manifestazioni di interesse e facilita lo scambio attraverso una piattaforma online dedicata. Raggiunto l'obiettivo, la struttura di Intesa si fa da parte per lasciare ai singoli attori il margine di trattativa autonoma.

giovedì 5 gennaio 2012

Salary Card di Bnl Bnp Paribas

Salary Card è una carta prepagata salariale, caratterizzata da un processo distributivo unico ed innovativo. La carta nasce con l'obiettivo di dotare le aziende clienti di Bnl di uno strumento semplice e flessibile con cui poter accreditare gli emolumenti e le competenze tradizionali nei confronti dei propri dipendenti, con una semplice operazione di ricarica della carta, effettuabile attraverso i canali di remote banking della banca. Inoltre, in aggiunta al modello tradizionale di contrattualizzazione e consegna della carta ai titolari presso le agenzie della banca, con la nuova Salary Card l'azienda ha la possibilità di occuparsi direttamente del collocamento delle carte prepagate presso i propri dipendenti e collaboratori, facendosi carico della gestione del magazzino e della consegna delle carte ai titolari, attraverso la propria struttura aziendale. La Salary Card può anche essere personalizzata con il brand dell'azienda.

mercoledì 4 gennaio 2012

Utilio click&go di Ubi Banca

Utilio Click&Go è il nuovo prodotto a pacchetto del gruppo Ubi Banca dedicato ai commercianti, ai liberi professionisti e ai piccoli artigiani che prediligono l'utilizzo dei canali evoluti nei rapporti con la banca, in virtù della completa gratuità di tutti gli strumenti per operare a distanza. Inclusi nel canone gratuito, il conto offre la carta Bancomat, il servizio di internet banking e la polizza infortuni correntisti. Inoltre, il canone di ulteriori strumenti può azzerarsi nel caso in cui vengano utilizzati dal cliente, ad esempio il servizio POS ha il canone gratuito a fronte di 4 transazioni giornaliere effettuate e la carta di credito, dopo il canone gratis del primo anno, prevede un costo pari a zero al raggiungimento di un transato annuo di 5.000 euro. Inoltre, Utilio Click&Go è l'unico conto online che offre, incluso nel canone mensile, una polizza assicurativa (All Risks Elettronica) che garantisce l'indennizzo dei danni materiali subiti da macchinari o apparecchiature elettroniche costituenti strumenti di lavoro utilizzati per lo svolgimento delle attività aziendali.

martedì 3 gennaio 2012

Rataweb, Findomestic e Credi Agile Santander leader del credito al consumo

Rataweb, Findomestic e Credi Agile Santander leader del credito al consumo in questo primissimo scorcio dell'anno! A dirlo, dati alla mano, è una ricerca condotta da noi utilizzando un modello statistico di nostra ideazione, settando vari parametri di ricerca. Innanzitutto abbiamo preso in considerazione diverse esigenze: 1) liquidità; 2) piccoli lavori di ristrutturazione; 3) acquisto auto usata. In secondo luogo, abbiamo considerato varie tipologie di richiedenti: 1) impiegato a tempo indeterminato; 2) libero professionista. Abbiamo fissato i parametri base: prestito di 5.000 euro; età del richiedente 40 anni; residente a Roma; modalità di rimborso delle rate attraverso RID in 24 mesi. Dall'analisi è emerso quanto segue:

Ipotesi A: Impiegato a tempo indeterminato

Richiesta di un prestito personale per liquidità
  • 1° Credito personale Rataweb: importo rata 239,40 euro; Tan 9,90% - Taeg 11,34%
  • 2° Credi Agile Santander: importo rata 245,47 euro; Tan 10% - Taeg 11,24%
Richiesta di un prestito personale per effettuare piccoli lavori di ristrutturazione della casa
  • 1° Credito personale Rataweb: importo rata 232,55 euro; Tan 7% - Taeg 8,19%
  • 2° Credito lavori Findomestic Banca: importo rata 238,38; Tan 8,20% - Taeg 8,52%
  • 3° Credi Agile Santander: importo rata 240,36 euro; Tan 7,90% - Taeg 8,96%
Richiesta di un prestito personale per l'acquisto di un'auto usata
  • 1° Prestito personale Fidiamo Fiditalia: importo rata 227,70; Tan 7,50 - Taeg 8,19%
  • 2° Credito personale Rataweb: importo rata 232,08; Tan 6,80% - Taeg 7,97%
  • 3° Credito Auto Findomestic Banca: importo rata 238,38; Tan 8,20 - Taeg 8,52%
  • 4° Credi Agile Santander: importo rata 240,60; Tan 8% - Taeg 9,06
 Ipotesi B:Libero professionista


Richiesta di un prestito personale per liquidità
  • 1° Credito personale Rataweb: importo rata 239,40 euro; Tan 9,90% - Taeg 11,34%
  • 2° Credi Agile Santander: importo rata 245,47 euro; Tan 10% - Taeg 11,24%



Richiesta di un prestito personale per effettuare piccoli lavori di ristrutturazione della casa
  • 1° Credito personale Rataweb: importo rata 232,55 euro; Tan 7% - Taeg 8,19%
  • 2° Credito lavori Findomestic Banca: importo rata 238,38; Tan 8,20% - Taeg 8,52%
  • 3° Credi Agile Santander: importo rata 240,36 euro; Tan 7,90% - Taeg 8,96%
Richiesta di un prestito personale per l'acquisto di un'auto usata
  • 1° Prestito personale Fidiamo Fiditalia: importo rata 227,70; Tan 7,50 - Taeg 8,19%
  • 2° Credito personale Rataweb: importo rata 232,08; Tan 6,80% - Taeg 7,97%
  • 3° Credito Auto Findomestic Banca: importo rata 238,38; Tan 8,20 - Taeg 8,52%
  • 4° Credi Agile Santander: importo rata 240,60; Tan 8% - Taeg 9,06
Come si vede, Rataweb, Findomestic e Credi Agile Santander, rappresentano, al momento, quanto di meglio possa offrire il mercato del credito al consumo in Italia. In tutte le categorie oggetto d'esame, queste tre finanziarie si collocano sempre nei primi posti della graduatoria, brillando in fatto di convenienza, sotto il profilo dei tassi, di poco sotto alla media, sia sotto il profilo della facilità e rapidità di accesso al credito, nonché di valutazione ed approvazione della pratica.

domenica 1 gennaio 2012

Cos'è il Fondo interbancario di tutela dei depositi?

Cos'è il Fondo interbancario di tutela dei depositi? Consorzio obbligatorio di diritto privato riconosciuto dalla Banca d'Italia, il FITD ha lo scopo di garantire i depositanti delle banche consorziate. Il Fondo interviene, previa autorizzazione della Banca d'Italia, nei casi di liquidazione coatta amminitrativa e di amministrazione coatta. Esso interviene con forme integrative di sostegno anche nei casi di situazioni di difficoltà delle banche consorziate in assenza di procedure di amministrazione straordinaria e di liquidazione coatta amministrativa. Le banche si impegnano a fornire le risorse finanziarie necessarie per le garanzie. Sono garantiti conti correnti, depositi (anche vincolati), assegni circolari, certificati di deposito nominativi; non sono garantiti certificati di deposito al portatore, assegni bancari, pronti contro termine, azioni, obbligazioni e Titoli di Stato. La copertura è per depositante e sino a 100.000 euro per ogni banca aderente indipendentemente dal numero di conti aperti in uno stesso istituto. Per calcolare il livello di copertura di 100.000 euro si cumulano i depositi dei vari conti intestati alla stessa persona. Nel caso di un conto cointestato la garanzia è di 100.000 euro per ogni depositante, a condizione che i titolari del conto cointestato non possiedano altri conti correnti nello stesso istituto. Dunque, se il conto cointestato ammonta a 100.000 euro e i cointestatari sono due, a ciascuno spettano 50.000 euro; se il conto cointestato ammonta a 300.000 euro e i cointestatari sono due, a ciascuno spettano 100.000 euro. Tutte le banche italiane, come anche le filiali italiane di banche extracomunitarie, devono aderire obbligatoriamente al Fondo interbancario di tutela dei depositi: i depositanti di queste banche hanno la medesima tutela. Anche i conti aperti nelle filiali di banche comunitarie che aderiscono volontariamente al FITD sono tutelati fino a 100.000 euro.
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.